Skip navigation

Da ormai oltre un mese capeggiava all’entrata della stazione Appiano di Roma, Balduina, una scritta infame che recitava ” Totò Riina e Bernando Provenzano statisti”. Tanto che il messaggero due settimane fa aveva fatto uscire un articolo intitolato “Riina ad Appiano”. Due giorni fa si era provveduto a cancellare la scritta dopo le proteste dei cittadini. Sembrava così finita una triste e banale storia di incuria, vandalismo e ignoranza. Invece ieri notte un anonimo gruppo di artisti metropolitani ha posto in essere un azione simbolica ma significativa, collocando dove era la scritta un telo bianco lavorato con la tecnica stencil, riportante il profilo del giudice Giovanni Falcone tratto da una delle sue più celebri foto, e una scritta di risposta ” Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e cammina a testa alta muore una volta sola”.

L’effetto è notevole. La risposta all’orrore non può essere indifferenza, la banalità appartiene al male, al contrario una piccola goccia di eccezionale sembra essere caduta ieri sera dalle infiltrazioni che dannano la stazione e il ponte adiacente. Come associazione H2 non possiamo che apprezzare un simile gesto e con questo post e gli ulteriori mezzi a nostra disposizione ci impegneremo a diffonderlo. Speriamo che anche altri vogliano e possano farlo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

<span>%d</span> bloggers like this: