Skip navigation

H2 oggi apre ufficialmente la campagna “Salviamo il Paesaggio” in XIX municipio.

Cos’è Salviamo il Paesaggio? Un rete nazionale di 900 associazioni che a febbraio ha pernsato di fare una bella cosa, mandare una PEC a tutti i comuni italiani chiedendo di effettuare un censimento del numero e dell’estensione degli immobili sfitti e in disuso sul territorio di ciascuna ammistrazione. L’obiettivo semplice e onesto: dalle proiezioni risultano centinaia e centinaia di migliaia di unità immobiliari non utilizzate in tutte le regioni e grandi città di Italia.; a fronte di sempre nuovi piani di costruzione si chiedono i dati reali prima di gridare allo scandalo. Il territorio è una risorsa preziosa, il suo consumo può essere giustificato da un’interesse comune, mentre la speculazione viene pagata con  un prezzo troppo alto in termini di ambiente e sicurezza, vivibilità e servizi. Per dare una risposta sono quindi necessari dati precisi. Ed è proprio questo che si chiede, in modo tecnico e non politico.

Ad ogni modo, a settembre le risposte pervenute al Forum era meno di 150 a fronte di più di 8000 richieste. Il Forum Nazionale ha quindi deciso di reinoltrare tutte le richieste chiedendo a tutte le realtà locali di dare la maggior risonanza possibile alla richiesta. In questo H2 è stata invitata ad occuparsi della richiesta presso il XIX municipio, suo territorio di azione principale.

Abbiamo accettato con entusiasmo e abbiamo preparato un testo della richiesta standard del forum nazionale (uguale per tutti) con una parte dedicata ai casi del XIX municipio che oggi presentiamo in versione open source. L’invito è infatti a tutte le realtà civiche attive sul territorio ad aderire e a partecipare indicando nel testo uno o più casi di immobili pubblici o privati in disuso presenti sul territorio (sono possibili su richiesta anche adesioni e segnalazioni personali).

Raggiunto un numero sufficiente di adesioni chiederemo al Municipio XIX di poter consegnare e protocollare  materialmente la richiesta con una delegazione di tutti gli aderenti. Dopodichè si trattaterà di tenere alta l’attenzione al fine di stimolare l’amministrazione a produrre una risposta.

Di seguito il testo della richiesta da consegnare con indicata la parte da elaborare sui casi locali. Com’è possibile notare si tratta di indicare non solo immobili in disuso ma anche esempi di nuovi interventi in esecuzione o in progettazione sul territorio.

Per tutte le info ulteriori associazioneh2@gmail.com oppure il 3933861952 (Julian Colabello, Presidente H2).

Fate girare! A presto

H2

311012

RICHIESTA CENSIMENTO IMMOBILI SFITTI

Roma, Ottobre 2012

Al Presidente Alfredo Milioni

Municipio XIX di Roma

Via Battistini Roma RM

Illustre Presidente,

oltre sei mesi fa inviammo al Sindaco di Roma la richiesta di voler provvedere ad attivare con urgenza un dettagliato censimento del patrimonio edilizio all’interno dei confini del Comune di Roma.

Non avendo avuto nessuna risposta in merito, abbiamo recentemente sollecitato nuovamente il Sindaco; nello stesso tempo abbiamo deciso di investire della questione anche i Municipi, in quanto enti in cui il legame con il territorio ed i cittadini è sicuramente più diretto nonché biunivoco.

I Municipi hanno sicuramente a disposizione i dati per portare a termine il censimento richiesto dal Forum, e si tratterebbe quindi solo di individuare le risorse umane per restituire le informazioni nella forma della scheda sintetica allegata.

Questa lettera ha lo scopo di investire la Sua Giunta e il Consiglio del Suo Municipio della questione,  la preghiamo pertanto di dare diffusione della presente a tutti i gruppi consiliari. Nel seguito ci presentiamo ed esplicitiamo le motivazioni della richiesta del Forum.

Il Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio è un movimento nazionale a cui ad oggi hanno aderito circa 900 associazioni nazionali e locali, che vuole portare avanti delle azioni in grado di incidere in modo forte sulle politiche di salvaguardia del Paesaggio. Il Forum ha un obiettivo ben chiaro, sintetizzato nella frase: “Salvare il paesaggio e il territorio italiano dalla deregulation e dal cemento selvaggio”.

Il comitato locale di Roma è nato grazie all’iniziativa e alla collaborazione di alcuni comitati fortemente legati al territorio e impegnati nella difesa dell’ambiente e dei beni comuni; oggi comprende oltre 70 associazioni e comitati, distribuiti in tutta la città.

La prima azione del Forum è stata la richiesta, inviata a tutti i Comuni italiani, di eseguire un censimento del patrimonio edilizio esistente, con lo scopo di monitorare il suo stato di utilizzo reale, per poter successivamente ragionare con precisi dati di ausilio sul fenomeno del consumo di suolo.

Gli elevati tassi di consumo di suolo riscontrati in molti paesi europei sono considerati dalla Commissione Europea estremamente negativi per l’ambiente (Rapporto State of the Soil, EC, 2012), e negli ultimi anni la Commissione sta rivolgendo pressanti inviti ai paesi membri ad adoperarsi per ridurli.

In Italia, come ribadito dall’VIII Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano (ISPRA, 2012), si consumano oltre 100 ettari di suolo al giorno. La maggior parte a causa dell’elevato tasso di urbanizzazione diffusa (urban sprawl) nelle grandi aree urbane come Roma.

In particolare, a Roma almeno il 26% del territorio comunale è ormai impermeabilizzato (ISPRA, dati 2008), e una percentuale ignota è irrimediabilmente distrutta; questo sta innescando gravi problemi ambientali che oggi cominciano a manifestarsi ma che domani potrebbero diventare drammatici per le attività umane (State of the Soil, EC, 2012).

La riduzione, ovvero impermeabilizzazione o distruzione dei suoli, genera molti effetti negativi: ruscellamento e  aumento del rischio alluvioni, riduzione delle riserve idriche,  inquinamento delle falde sotterranee, aumento dell’isola di calore urbana, aumento dei livelli locali di CO2, fenomeni di sprofondamento, riduzione della biomassa e delle produzioni agricole, perdita di biodiversità e paesaggi pregiati.

La riduzione del consumo di suolo è quindi un argomento cruciale per uno sviluppo sostenibile di una metropoli come Roma, e siamo certi che Lei comprenda la necessità di avviare al più presto delle azioni concrete per affrontare questo problema.

Per il Forum è prioritario effettuare una ricognizione della effettiva consistenza del patrimonio edilizio inutilizzato, pubblico e privato. Si tratta di dati di base necessari per poter affrontare in maniera razionale la pianificazione urbanistica. I dati statistici aggregati parlano di oltre 193.000 (censimento 2001) o addirittura 250.000 unità abitative inutilizzate a Roma. Questo dato deve essere analizzato nel dettaglio e preso in seria considerazione prima di proporre ulteriori sviluppi urbanistici e quindi altro consumo di suolo pregiato quale quello della Campagna Romana.

Negli ultimi anni in Italia si è finalmente scoperto come il riutilizzo e il riciclo siano i pilastri di una saggia gestione dei rifiuti. Purtroppo gli immobili inutilizzati oggi devono essere considerati come rifiuti per la nostra società, ovvero “oggetti destinati all’abbandono” di cui non possiamo permettere l’esistenza, pena il pagamento di un costo sociale molto elevato per le future generazioni.

Quanto Le chiediamo, gentile Presidente, è prassi comune in numerosi paesi europei,  ma non nel nostro. L’Italia, che contiene i suoli più pregiati di tutta l’Europa (dal punto di vista paesaggistico, culturale, storico, archeologico), non può continuare a distruggere le sue bellezze e la sua storia come ha fatto negli ultimi decenni.

Per quanto riguarda  Roma noi riteniamo che solo dopo avere analizzato nel dettaglio la disponibilità di immobili vuoti, e solo dopo avere applicato delle politiche di incentivazione all’utilizzo degli stessi, sia corretto pianificare nuovi grandi programmi urbanistici. Ad esempio nel nostro Municipio esistono numerosi esempi di interi immobili inutilizzati da anni, sia pubblici che privati, che in diversi casi versano in uno stato di abbandono.

————————————————————————————————–

Parte a cura delle associazioni locali

(il testo definitivo sarà stilato di comune accordo con tutte le realtà locali aderenti. Il testo seguente e meramente esemplificativo e volutamente generico. E’quindi possibile specificare i casi già presenti e aggiungerne di nuovi)

Gli esempi sono moltissimi, pensi a diversi dei Padiglioni del Santa Maria della Pietà, la cui destinazione finale, sebbene centralità urbana, non è stata ancora definita. Alle strutture militari presenti nel Parco di Monte Ciocci e quelle agricole presenti nel Parco del Pineto. Gli innumerevoli palazzi sfitti su Viale delle Medaglie d’oro e il noto caso della Clinica San Giorgio.  Alle decine di immobili destinati alla dismissione da parte pubblica il cui destino è ancora incerto … Citare casi esistenti macroscopici.. Nello stesso tempo si continuano a progettare e realizzare interventi urbanistici di grande impatto, basti pensare al piano di “housing sociale” che interessa in modo massiccio molte zone del nostro municipio … Citare casi particolarmente gravi .

———————————————————————————————-

Siamo certi della Sua comprensione e approvazione per questa iniziativa, di natura non politica, ma esclusivamente tecnica e conoscitiva, e auspichiamo una collaborazione Sua e dei Suoi uffici nella compilazione della scheda di censimento allegata. Ci dichiariamo fin d’ora disponibili ad un incontro con i Suoi tecnici per valutare eventuali aggiustamenti alla stessa, nel caso i dati richiesti non fossero prontamente reperibili.

RingraziandoLa anticipatamente per la Sua attenzione, porgiamo le nostre più vive cordialità restando in attesa di cortese ed urgente risposta.

Associazione/comitatoH2 – Soluzioni per il mondo che verrà

… adesioni

Coordinamento Roma e Provincia delForum Italiano dei Movimenti

per la Terra e il Paesaggio

 

www. salviamoilpaesaggio.it

salviamoilpaesaggio.roma.prov@gmail.com

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

<span>%d</span> bloggers like this: